Focus
  • Premio "Maratona di Roma 2015" / 22-05-2014

    Sarà un giovane artista a realizzare l’immagine della medaglia della 21^ edizione della Maratona di Roma. Il Premio è destinato a studenti ...

  • CLASSIFICHE / 23-03-2014

    Clicca qui per visualizzare le Classifiche della XX Acea Maratona di Roma Le classifiche sono definitive.

  • IL NUMERO DEFINITIVO DEGLI ARRIVATI / 11-03-2014

    A 48 ore dal termine della 20ª Acea Maratona di Roma è stata ufficializzata la classifica generale. Grazie al lavoro di Tds, la società che ...

MARATONA, CAMPIONATO ITALIANO PER SINDACI E AMMINISTRATORI PUBBLICI: LA CLASSIFICA FINALE INCORONA MASSIMILIANO BISEGNA


Secondo il modenese Luca Gozzoli, terzo e primo dei Sindaci Gabriele Trossarello, che ha portato per le strade di New York il ricordo del terremoto emiliano

30-12-2013



Si è concluso, con la tappa finale di Firenze dello scorso 24 Novembre, il Campionato Italiano di Maratona per Sindaci ed Amministratori Pubblici, giunto alla sua quarta edizione e promosso da ANCI Emilia-Romagna per incentivare sani stili di vita correlati all’attività fisica, con la partecipazione attiva degli amministratori pubblici.

La classifica definitiva (si veda allegato), che somma le performance delle tre tappe di Roma (17 Marzo), Carpi (13 Ottobre) e appunto Firenze, ha visto al primo posto Massimiliano Bisegna, 42 anni, Assessore del Comune di Canistro (AQ), capace di correre la maratona con tempi da atleta vero. Al secondo posto assoluto, il modenese Luca Gozzoli, Assessore Provinciale, capace di correre anche lui la maratona sotto le tre ore.
Primo dei Sindaci e terzo assoluto, Gabriele Trossarello, Sindaco di Moconesi (GE) che, non pago di partecipare al campionato italiano per amministratori pubblici, quest’anno ha corso anche la New York Marathon, indossando la maglia ideata da ANCI Emilia-Romagna per mantenere vivo il ricordo dei terremoti emiliani del 20 e 29 Maggio 2012 (si veda la foto allegata).
“Ho corso – afferma Trossarello – con la maglia che mi hanno regalato gli amici dell’Emilia, con su scritto “Don’t forget the Emilia earthquake” ed è stato bellissimo sentirsi dare pacche sulla spalla non solo dai connazionali che riconoscevano la maglia, ma anche dai newyorkesi che leggevano il messaggio in inglese e ti gridavano “grande!”. Abbiamo portato – conclude Trossarello – insieme per le strade di New York l’Italia e l’Emilia, colpita da una disgrazia che però ci ha reso tutti più forti e più solidali: un piccolo sindaco di un comune della Liguria ha corso con e per l’Emilia”.

Il Campionato di quest’anno, quindi, si è concluso in maniera del tutto particolare, sapendo coniugare, come solo lo sport sa fare, sani stili di vita e solidarietà.



    Share Box